Voucher per la Banda Ultralarga: a che punto siamo

Il punto sul piano che incentiva gli abbonamenti tra i meno abbienti

Il progetto d’infrastrutturazione con Banda Ultralarga ad almeno 30 Mbit/s delle aree bianche è accompagnato dal cosiddetto Piano Voucher, che prevede agevolazioni economiche importanti per le famiglie meno abbienti che intendono attivare Internet in fibra ottica nella propria abitazione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha diffuso nei giorni scorsi il report sull’andamento della campagna, iniziata dieci mesi fa. Il dato più significativo è quello sul numero di voucher attivati: sono oltre 187 mila le famiglie che hanno potuto usufruire delle agevolazioni. Quindi, tanti nuclei familiari che sarebbero stati in difficoltà economica nell’attivare autonomamente la fibra ottica, hanno potuto fruire di sconti significativi, oltre alla fornitura di un dispositivo per la connessione (tablet o notebook).

Dei 200 milioni di finanziamento complessivo, in questi primi dieci mesi, ne sono stati impegnati il 49,5%, pari a 99 milioni.

La distribuzione dei voucher, però, non è omogenea sul territorio nazionale: ci sono regioni molto più avanti e aree che sono ancora al punto di partenza, o quasi.

A fronte del 95% di risorse già utilizzate in Lombardia, o dell’84% nelle Marche, o, ancora, dell’82% in Piemonte, si hanno aree come la Provincia Autonoma di Bolzano che è ancora al 12%, il Molise al 13%, la Basilicata al 19%, la Liguria al 20%.

Alcune regioni – Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Toscana – sono più indietro anche perchè fino al febbraio di quest’anno le amministrazioni regionali avevano deciso di limitare la concessione dei voucher solo ai residenti di alcuni comuni. Dal marzo tale limitazione è stata superata e tutti i cittadini delle suddette regioni possono adesso fare domanda.

Il Piano voucher è stato avviato durante l’emergenza sanitaria da Covid-19, poichè il collegamento a internet con banda ultralarga costituisce il presupposto per l’esercizio di diritti essenziali, come quelli allo studio e al lavoro.

Le famiglie che volessero attivare i voucher possono trovare la lista degli operatori e le modalità di partecipazione all’indirizzo https://bandaultralarga.italia.it/scuole-voucher/progetto-voucher/