Piemonte e Marche: proseguono i cantieri per la fibra ottica

La Banda Ultralarga nei borghi, nelle aree interne e nelle zone industriali

 

Dopo aver visto la situazione in Toscana, con nuovi comuni con aree bianche giunti alla commercializzazione del servizio, la Banda Ultralarga conquista nuovi luoghi in Piemonte e nelle Marche.

Lo scorso 1 ottobre è stato pubblicato il nuovo report sullo stato dei cantieri per la realizzazione della banda ultra larga nella regione della Mole. Sono giunti a 182 i Comuni nei quali i lavori per l’infrastrutturazione Ftth sono stati completati e il collaudo concluso; a questi vanno aggiunti 51 comuni raggiunti dalla tecnologia Fwa. In questi 233 comuni gli operatori sono in condizione di aprire il servizio. In altri 130 comuni i cantieri sono stati completati e le opere sono in attesa di collaudo: nei prossimi mesi, quindi, anche in questi comuni sarà avviata la commercializzazione del servizio. Sono, invece, 543 i Comuni piemontesi con progetto esecutivo approvato e i cui lavori partiranno nel prossimo futuro.

Situazione in continua evoluzione anche nelle Marche, dove al 30 settembre 2021 sono state raggiunte con fibra ottica oltre 74 mila unità immobiliari e 494 punti di pubblico interesse (scuole, musei, sedi comunali) ubicati in 88 comuni. Il piano complessivamente coinvolge ben 216 comuni e le previsioni Open Fiber e Infratel è di concluderlo entro la fine del 2022. Significativo il fatto che l’infrastruttura digitale nelle Marche abbia raggiunto anche 55 aree industriali che, grazie all’alta velocità in download e in upload, incrementeranno la propria competitività interna e verso l’estero.