Corte dei Conti: scade il 30 ottobre il questionario su attuazione Agenda digitale in Enti territoriali

La Corte dei conti – Sezione delle autonomie ha avviato un’indagine conoscitiva sullo stato di attuazione dell’Agenda Digitale da parte delle Amministrazioni territoriali (Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Province autonome). A tal fine – con il contributo tecnico del Team per la Trasformazione Digitale, nel quadro delle relazioni sinergiche attivate con il Protocollo d’intesa per la diffusione della cultura digitale stipulato dalla Corte dei conti con il Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale – è stato predisposto il “Questionario per la valutazione dello stato di attuazione del Piano Triennale per l’informatica nella PA”.

Tutte le Amministrazioni coinvolte sono tenute a procedere alla compilazione e all’invio del Questionario (https://questionariotd.corteconti.itentro il termine ultimo del 30 ottobre 2019.

L’indagine si propone di fornire al Parlamento una fotografia sullo stato di attuazione dell’Agenda digitale da parte delle Amministrazioni territoriali (Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Province autonome), richiamando, al contempo, l’attenzione di tutte le Amministrazioni coinvolte sulla necessità di portare a compimento le attività operative indicate all’interno del Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019. Si tratta di attività propedeutiche alla realizzazione dell’Agenda Digitale italiana, un obiettivo strategico per l’intero Paese, per raggiungere il quale occorre il contributo di tutte le Amministrazioni Pubbliche. Il fine ultimo dell’attuazione della trasformazione digitale è quello di migliorare la qualità e la quantità dei servizi resi al cittadino, con maggiore efficienza a fronte di risparmi di spesa.

L’accesso al Questionario è possibile esclusivamente attraverso il web con credenziali di accesso SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Poiché le credenziali SPID sono riferite alla singola persona fisica è necessario che ogni Ente individui le persone incaricate di procedere alla compilazione e che queste provvedano a munirsi di SPID, qualora non ne siano già in possesso.

La Sezione delle autonomie della Corte dei conti ha comunicato di aver prorogato al 30 ottobre 2019 il termine inizialmente fissato al 30 settembre per l’invio del Questionario, al fine di acquisire l’adesione degli enti ancora inadempienti e per consentire a quelli già registrati di inviare il Questionario stesso in compilazione. A fine settembre le adesioni avevano superato il 60% delle Amministrazioni coinvolte (Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Province autonome). Fonte: Corte dei conti – Ufficio stampa

Share and Enjoy !

0Shares
0 0